Too Good to Go aiuta ad acquistare i prodotti invenduti, risparmiando ed agendo fortemente contro lo spreco alimentare. Diventerà la migliore app per contribuire a salvare il pianeta Terra?

Nelle ultime settimane, l’applicazione Too Good To Go ha iniziato a viaggiare attraverso i principali canali social, programmi di messaggistica e chat in Italia. Un software noto da tempo ma che ha ritrovato nuova spinta grazie anche alla segnalazione dei palinsesti televisivi. Una vera e propria impennata non solo di download ma anche di impatto mediatico e voglia dell’aspetto più “green” e risparmioso, visti i momenti di difficoltà generale nel paese.

Con Too Good To Go è possibile acquistare una Magic box con l’invenduto del giorno. In pratica non puoi andare dal negoziante e chiedere esattamente quello che ti serve, ma si prenota ad un costo compreso tra i 2,99 e i 10€ , una scatola magica (Magic Box) con dentro l’invenduto del negozio che, non solo sarà freschissimo, ma spesso è addirittura cucinato al momento.

La lotta allo spreco alimentare è un argomento di prepotente attualità. Lo è per i numeri , un terzo del cibo prodotto per il consumo umano finisce nei rifiuti prima ancora di arrivare in tavola , e lo è per la crescente sensibilità delle persone, ancor più in un momento nel quale si percepiscono tutti drammi di questi ultimi periodi di crisi sociali, monetarie, familiari… 

L’invenduto è un problema drammatico per chi tratta cibi deperibili: i flussi della clientela sono diversi dal passato e molto meno prevedibili e, dall’altro lato, contenere costi e perdite è prioritario per sopravvivere senza fallire. Le iniziative di lotta allo spreco sono tante ma sopratutto, in Italia, si è parlato molto di  questa APP che nasce per evitare lo spreco dando nuovo valore a ciò che rimane invenduto a fine giornata nei negozi alimentari, nei ristoranti , nei bar e nei supermercati. Scarica anche tu la APP e prova il servizio ordinando una ‘Magic Box‘, cioè la scatola con gli invenduti del negozio scelto.

To Good To Go, nasce nel 2015 in Danimarca ed è presente in una quindicina di paesi d’Europa. La APP ha raggiunto in questi ultimi periodi numeri da capogiro, tra nuovi utenti e negozi novità pronti a fidelizzare nuovi adepti con le loro box a sorpresa che salvano il mondo dallo spreco alimentare e anche il negoziante dalla crisi finanziaria. Buttare cibo non è mai bello ed ecco che prende sempre più piede questa invenzione.

In Italia ogni anno 10 milioni di tonnellate di cibo ancora buono viene buttato. Uno spreco che corrisponde a 700 € all’anno a famiglia. Numeri che fanno paura, soprattutto pensando alle file che aumentano ogni giorno fuori dalle associazioni di beneficienza che forniscono un pasto ai più bisognosi. Non è solo il cibo che viene sciupato, ma anche tutte le energie utilizzate nella filiera produttiva come acqua, elettricità e trasporto su gomma, che impattano sull’ambiente e sono responsabili della produzione di gas serra. Tutti a voler essere Greta Thunberg, ma cosa si fa veramente?

Si fa nascere un gruppo di waste warrior pronti a salvare il mondo in queste missioni .

Come fare ad utilizzare Too Good to Go?

Per prima cosa scarico la app e mi geo-localizzo ed ho subito la lista e la mappa dei tutte le box e di tutti i negozi che fanno parte del servizio in questione.

L’ APP si dimostra abbastanza intuitiva e ci si accorge che ci sono diverse tipologie di locali: pizzerie, bistrot , bar, panifici, supermercati (e anche hotel e fiorai!) in tutta Italia.

Al momento dell’ordine non è possibile sapere cosa ci sarà all’interno, ma di solito si finisce per essere accontentati dal contenuto. 

Trova tutti gli esercenti che hanno a disposizione una Magic box vicino a te. Controlla il costo e l’orario a cui è possibile ritirarla. Essendo invenduto, mediamente gli orari possibili sono dopo pranzo, prima di cena o dopo cena a seconda della chiusura di quell’attività commerciale.

Da sottolineare che per invenduto non si intendono prodotti in scadenza, ma semplicemente panini, pizze, pasti pronti, bevande o altro che, preparate nelle ore prima, sono rimaste ferme nelle vetrine. Moltissime le pasticcerie per esempio che permettono di acquistare a pochi Euro, tantissimi dolci che costerebbero mediamente il 50% in più.

Da sottolineare che per le pizzerie spesso le pizze sono preparate al momento ma gli ingredienti sono quelli rimasti. 

Ognuno carica Magic Box con all’interno il cibo invenduto o in scadenza, e poi indica l’orario di ritiro. Al momento dell’ordine non è possibile sapere cosa ci sarà all’interno, se ami il brivido e le sorprese.. e soprattutto mangi qualsiasi cosa? Praticamente quasi tutti possono essere accontentati, forse un po’ meno i vegetariani e vegani che saranno costretti a mangiare molti carboidrati e latticini. Se sei allergico o gravemente intollerante a qualcosa, direi di lasciar perdere.

“…i clienti? Hanno un risparmio fino al 50-70% sul valore di mercato per prodotti che hanno una Shelf-Life di 3-4 giorni”.

Sebbene non sia possibile scegliere e sapere cosa ci sia all’interno della Magic box, per tutti e tre gli acquisti effettuati ho trovato merce per un valore doppio se non triplo al prezzo pagato.

In pratica a fronte di 2,99€ o 4,99€ ho avuto un controvalore reale di 9 o 12 o 15 € sopratutto in panetterie, pasticcerie e cooperative agricole e presidi di slow food.

Troppo buono per essere buttato: l’idea parte da un gruppo di giovani danesi anti-spreco

Ma come inizia Too Good To Go? L’idea nasce, nel 2015, a un gruppo di studenti danesi convinti della necessità di trovare una soluzione per contrastare lo spreco alimentare attraverso un modello semplice, flessibile ed efficace. E’ questa la genesi di Too Good To Go, l’applicazione scaricabile su smartphone che permette a bar, ristoranti, forni, pasticcerie, supermercati ed hotel di recuperare e vendere online – a prezzi ribassati – il cibo invenduto “troppo buono da andare a prenderlo – uno spreco buttarlo” . Con le Magic Box, c’è una selezione a sorpresa di prodotti e piatti freschi che non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo.

Too Good To Go significa “troppo buono per essere buttato”. L’app permette a pizzerie, bar, ristoranti, panetterie, pasticcerie, supermercati di vendere online, a prezzi ribassati, il cibo invenduto attraverso le Magic Box. Si tratta di confezioni contenenti prodotti e piatti pronti, scontati di almeno un terzo o anche fino al 50% del totale.

Too Good to Go: l'APP che dice STOP agli sprechi alimentari
spreco alimentare

La “magia” consiste nella “sorpresa”. Le Magic Box infatti si acquistano a scatola chiusa, senza sapere che cosa vi è contenuto, se non per intuizione. Probabilmente nella Box di una pasticceria ci saranno pasticcini e brioche, in quella di una gelateria, vaschette di gelato. Un supermercato potrà offrire prodotti freschi e non, più o meno vicini alla scadenza, una pizzeria, tranci di pizza e fritti o piatti della cucina.

Si tratta di prodotti invenduti, di rimanenze, merci in scadenza che verrebbero altrimenti buttate. Spesso sono quantità non sufficienti per essere ritirate dalle varie organizzazioni benefiche come il Banco Alimentare.

Cosa succede ai guerrieri antispreco?

Unisciti alla lotta contro lo spreco! Unisciti a milioni di Waste Warriors scaricando Too Good To Go – l’app numero 1 al mondo per combattere gli sprechi di cibo. Con Too Good To Go puoi acquistare una Magic box con l’invenduto del giorno: goditi il tuo pranzo, la tua cena o uno snack a partire da solo 1,99€, scegliendo tra ristoranti, forni, bar, pasticcerie, supermercati, hotel… Con Too Good To Go si mette fine agli sprechi per contribuire a creare un mondo in cui il cibo prodotto è solo il cibo consumato.

Milioni di pasti sono già stati salvati e consumati grazie a Too Good To Go. Anche tu vorresti mangiare bene spendendo poco? Se anche tu vuoi dare il tuo contributo all’ambiente scarica subito l’app e unisciti alla rivoluzione!

Come funziona Too Good to Go?

1. Trova quello che vuoi mangiare ed effettua il tuo ordine tramite l’app
2. Vai a ritirare la tua Magic box nella fascia oraria specificata e scopri cosa c’è dentro
3. Buon appetito! E i miei complimenti: hai appena contribuito a ridurre gli sprechi alimentari e a salvare il pianeta

I consigli migliori

Cerca nei luoghi vicino casa o lavoro o di amici o familiari che frequenti e cerca di ordinare in posti che conosci o di cui ti fidi o hai già sentito parlare. Esplora novità mai provate prima ma dando prima un occhiata anche alle recensioni altrui. Perché no, acquista più magic box e condividile con chi vuoi! Puoi anche scegliere di creare una lista con i tuoi preferiti all’interno dell’app, così da non perderti le offerte speciali. Altrimenti, seleziona direttamente i negozi intorno a te, navigando sulla mappa all’interno dell’app.

Si può ridurre il cibo in eccesso a fine giornata e con prezzi tra 1,99€ e 5,99€ ti puoi assicurare un buonissimo pasto a bassissimo prezzo e un passo ulteriore nella tutela dell’ambiente e nella lotta agli sprechi.

Opportunità di farsi conoscere da nuovi clienti

Per i punti vendita che aderiscono al servizio, c’è una commissione, per ogni Magic Box, pari a 1,19 €. Senz’altro non pochi, considerato che gran parte delle box costano tra 2,99 e 4,99 euro, ma il servizio consente comunque di recuperare qualcosa, piuttosto che buttare via i prodotti, e offre altri vantaggi ai punti vendita che aderiscono.

Le box sono un’occasione perfetta per raggiungere e incontrare nuovi clienti nel proprio negozio, perché non è previsto alcun tipo di delivery, e far conoscere le proprie produzioni, soprattutto per il dettaglio e i ristoranti. Ma aderire a questa iniziativa è anche uno strumento di comunicazione e un modo per affermare, o riaffermare, la propria sensibilità rispetto alle tematiche ambientali e di lotta allo spreco alimentare.

Anche verso i propri clienti, la Magic Box diventa così uno strumento di marketing, tanto più efficace se realizzato con una precisa strategia, oltre che con buoni prodotti. Resta da capire se, passata l’euforia della novità, questo sistema semplice e virtuoso continuerà ad essere utilizzato. Ad oggi milioni di italiani hanno già salvato almeno una box. Qualcuno per necessità, qualcuno per curiosità, qualcuno perché…ne parlano tutti..l’ho fatto anch’io!!!

Too Good to Go: l'APP che dice STOP agli sprechi alimentari

Si trova un po’ di tutto, nelle Magic Box. I supermercati (CarrefourConad, Sigma…) ti offrono prodotti vicini alla scadenza, ma con tutto il tempo per consumarli prima. Un po’ di verdura, frutta, caramelle, prodotti sia freschi che confezionati.

Nelle panetterie, si sa, quello che avanza è quasi tutto pane. Ma anche brioche, pizze, focacce e altri prodotti da forno. Ci sono le normali panetterie di quartiere, ma anche locali più in voga.

Sulla app si possono trovare pizzerie per tutti i gusti. Decisamente buoni i tranci di pizza al trancio allo street food: ad esempio in qualche tipico Apecar con baracchino in vendita con prodotti come lampredotto, porchetta e le specialità regionali tipiche .

Ci sono anche locali che hanno un’offerta più completa, in un certo senso. Si possono trovare gli ingredienti per un pasto, o due: primi, verdure, carni, e qualcosa da bere. 

Salva il cibo, aiuta il pianeta con Too Good To Go

Circa un terzo del cibo viene attualmente sprecato. Significa spreco di risorse e di energie, oltre le materie prime.

Too Good to Go: l'APP che dice STOP agli sprechi alimentari

“Sensibilizzare contro lo spreco alimentare è particolarmente importante per Too Good To Go, che si pone come mission principale l’eliminazione dello spreco a 360°. Lo spreco alimentare tra le mura domestiche è quantificabile infatti come il 53% dello spreco totale: un consumatore consapevole e informato fa “la differenza” e non getta risorse nella differenziata.

Lotta allo spreco

Il mondo di Too Good To Go ci invita a prestare attenzione agli avanzi e al cibo in eccesso, sia degli esercizi commerciali che di casa, per condividerlo, congelarlo, conservarlo e riutilizzarlo. Per questo il sito e la app offrono suggerimenti, consigli, indicazioni e informazioni, piccoli accorgimenti e trucchi, così da limitare il più possibile lo spreco di cibo e risorse

L’app è di semplice utilizzo. L’unica difficoltà è una categorizzazione un po’ approssimativa, che ti costringe a rivedere spesso le stesse offerte. Diciamo che mi piacerebbe un’interfaccia più semplice, basata, oltre che sulla geolocalizzazione, sulle categorie merceologiche.

Ad attirare, è stata soprattutto l’idea della sorpresa, assieme a quella del risparmio e della sostenibilità. Ma bisogna anche considerare i “rischi”: per chi abita da solo/a, serve mangiare intere confezioni di pasticcini, e riempire il congelatore di pane. Oppure sacrificarsi e invitare amici o finisce nel mandare al diavolo la prova costume.

Conclusioni

Questa applicazione nasce per evitare gli sprechi da parte di attività alimentari di ogni tipo, ne aderiscono supermercati, alimentari, pizzerie, ristoranti, rosticcerie, fruttivendoli e personalmente la trovo un idea geniale. L’utilizzo è semplice: si cerca una zona, ed in base alla fascia oraria, ci sono una serie di offerte che dal prezzo di partenza di solito vengono scontate di almeno il 50%. Si prenota un ritiro pagando direttamente con una carta di credito o debito o tramite carta collegata al proprio account PayPal. Quale carta consigli? Yap , Tinaba , Revolut , Curve , illimity , Binance , Crypto , TransferWise , Vivid , Blackcatcard,…solo per citarne alcune con offerte attive!

Basta mostrare la prenotazione con lo smartphone all’indirizzo della Box.

Il numero di Box disponibili varia in base alla zona.
Aspetti positivi: Spendendo poco si ottengono pasti che altrimenti andrebbero buttati

Da stare attenti: nell’applicazione è anche specificato se bisogna presentarsi con un sacchetto o bisogna contribuire all’imballaggio con un piccolo extra. Di fatto il negoziante regala la merce cercando di rientrare del costo della materia prima e anche un pacchetto di cartone e un imballaggio potrebbe esser un costo o “spreco” da evitare.

Troppe noie? Puoi sempre andar a cena fuori risparmiando grazie agli Yums con TheFork.

Brutte sorprese: negozianti furbetti , box troppo ripiene di pane, carboidrati in generale e alle volte anche merce di basso valore alimentare (tutto dipende e varia moltissimo dall’ esercente che ci troviamo di fronte, se è una vera box Votata al Risparmio oppure no). Si cerca di fidelizzare un nuovo cliente o si inventano Magic-box improbabili per puro business? Quanto il cliente e l’esercente sono inclini o meno alla filosofia che ha fatto nascere questa start-up?

Il consiglio prima di amare alla follia o di detestare questo utile servizio anti spreco è quello di fare come chi scrive, ovvero cercare di provare almeno 2-3 volte la APP con negozi e merci possibilmente diverse con occhio critico e prediligendo magari i negozi già conosciuti e altri meno noti ma di nuova apertura, sempre alla ricerca della novità dell’affare e delle opportunità come quelle che puoi trovare nel canale YouTube: Votati al Risparmio.

Leggi anche:

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.