Buongiorno cari lettori di Tecnogalaxy, oggi parleremo della gara sull’AR tra TikTok e Instagram.

Nel regno dei social media, tutte le strade portano a un’unica destinazione: decifrare il codice dei continui colpi di dopamina di attenzione parziale. Lo abbiamo appreso ai tempi di Vine, prima che Twitter lo uccidesse stupidamente. E abbiamo puntato l’obiettivo sulla tendenza emergente nel 2016 quando hanno messo in evidenza Musical.ly, poco prima che venisse acquisito dalla cinese Bytedance per $ 1 miliardo e fuso in quello che ora è TikTok.

Ciò che non viene spesso menzionato è il fatto che, dopo che Twitter ha abbandonato la palla di Vine nel 2017, Snapchat è stato lasciato come l’unico e più importante fornitore di contenuti multimediali mobili appiccicosi e avvincenti. Gli utenti sono rimasti affascinati e i media hanno adorato l’ascesa di Snapchat con sede a Los Angeles tra i giganti dei social media della Silicon Valley.

Tutto stava andando bene… e poi il fondatore di Snap Evan Spiegel ha rifiutato l’offerta di acquisizione da 3 miliardi di dollari di Mark Zuckerberg nel 2013. Non molto tempo dopo, l’immensamente popolare app Instagram di Facebook è diventata presto un motore di copia e incolla, sfornando le proprie funzionalità simili a Snapchat ad ogni aggiornamento.

Anche la dedizione di Snap alla realtà aumentata è stata diligentemente rispecchiata da Facebook e dalla sua sussidiaria, Instagram. L’esempio più famoso è Instagram Stories, che il co-fondatore di Instagram Kevin Systrom ha ammesso apertamente essere una copia di Snapchat Stories. Bytedance ha continuato a ripetere le funzionalità di TikTok, inclusa la realtà aumentata, e ora è diventato chiaro che la vera minaccia per il dominio globale sui social media viene dalla Cina. La pratica è andata avanti così a lungo che non viene quasi mai menzionata. In effetti, quando Twitter ha recentemente rilasciato la sua nuova funzione Fleet, si è discusso poco di come questa funzione sia stata introdotta da Snapchat.

Ecco perché il debutto della nuova funzionalità Spotlight di Snapchat è così importante e non così sorprendente. In un certo senso, rappresenta una maturazione dell’approccio dell’azienda alla concorrenza. Piuttosto che rimanere risoluto nella sua missione di implementare solo funzionalità completamente originali, Snap ha chiaramente capito che TikTok ha scoperto una nuova dinamica dei social media che non può essere ignorata: un flusso infinito di frammenti di dimensioni simili a meme, spesso impostati con musica, curata e frontale nell’app per tenerti bloccato il più a lungo possibile. La versione di Instagram, che si chiama Reels.

In particolare, l’unica cosa su cui i due concorrenti americani sembrano essere in vantaggio sul gioco è il coinvolgimento dei creatori. Facebook/Instagram ha il suo Spark AR Studio e Snap ha il suo Lens Studio. Entrambi sono strumenti che sperano di rendere la creazione di filtri ed esperienze AR immersivi semplice da usare come l’avvio di Photoshop per creare un’immagine grafica 2D.

Quindi ora la tavola è apparecchiata. TikTok, Instagram/Facebook e ora Snapchat hanno tutti mini video super compressi, tutti aiutati dall’AR e musica. Di tutti i giocatori coinvolti, Snapchat è l’unico concorrente la cui innovazione originale principale funziona ancora come parte centrale del suo DNA di funzionalità e l’unico concorrente che si appoggia così tanto all’AR da avere persino un componente hardware basato su fotocamera in rapida evoluzione abbinato al Software.

Nessuno di questi fattori garantirà il successo rispetto agli altri, ma la decisione di Snap di scommettere circa 1 milione al giorno, diviso tra i creatori di Spotlight vincitori, è un’indicazione che l’azienda comprende quanto sia cruciale questa nuova frontiera dei social media.

Vedremo presto l’AR apparire su Twitter in qualche forma e Facebook probabilmente accelererà l’ottenimento del proprio paio di occhiali con fotocamera come preparazione per gli smartglass AR completi (probabilmente aiutato da Ray-Ban) sul mercato più velocemente di quanto chiunque si aspettasse. I prossimi 12 mesi saranno davvero fondamentali per i social media e per l’AR mobile.

Leggi anche:

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.