La modalità di ricezione dati in streaming è ormai comunemente utilizzata in diversi ambiti, inerenti la visione di film e programmi televisivi, ma anche la fruizione di eventi sportivi, giochi online e numerosi altri contesti che possono includere momenti di svago ma anche nozioni di varia natura e scambi di carattere lavorativo. Lo streaming comporta numerosi vantaggi, a patto che si abbiano strumenti sufficientemente solidi per usufruirne al meglio.

Flusso continuo

Il funzionamento preciso di una diretta streaming prevede l’opportunità di visionare in diretta alcuni contenuti, senza bisogno di archiviare sul proprio dispositivo file che potrebbero a lungo andare appesantire o riempire del tutto la memoria interna. In sostanza un server remoto trasmette tramite flusso continuo una serie di dati sul dispositivo, mentre l’utente può iniziare sin da subito a riprodurli, senza tempi di attesa e senza necessità di scaricare alcunché. I siti che mettono a disposizione servizi streaming possono rivolgersi alla trasmissione tramite TCP/IP oppure UDP, protocolli volti a inviare pacchetti di dati anche sostanziosi al ricevente.

Tale tecnica è oggi di primo piano per una vasta serie di operatori: piattaforme di tipo culturale, reti televisive, ma anche social network, meeting aziendali, lezioni a distanza, senza dimenticare i giochi web, con particolare riferimento ai casinò live. Qualunque sia il settore chiamato in causa, si tratta sempre di dati inviati al browser del richiedente in tempo reale, dati che sono poi automaticamente eliminati mano a mano che la visione prosegue.

Stabilità di connessione

Chiunque può trarre numerose semplificazioni dagli streaming: riproduzione immediata dei contenuti d’interesse in qualsiasi posto ci si trovi, costi ridotti o nulli, spazio di archiviazione non chiamato in causa. Per goderne con la massima efficacia il fattore essenziale da considerare è la connessione internet, la quale deve presentare sufficienti livelli di stabilità e velocità. Una volta questo processo era più difficoltoso, ma lo sviluppo tecnologico ha ormai introdotto connessioni molto più avanzate. Risulta dunque abbastanza facile raggiungere la soglia media di riferimento (2 Mbps al secondo per una diretta di discreta qualità, 5 Mbps per le visioni in HD).

Con un collegamento internet adeguato, si aprono scenari diversificati, per guardare film su piattaforme ben note, assistere a partite di calcio o sfide di altre discipline sportive, impostare e ascoltare playlist musicali, vedere concerti di ogni genere in diretta da luoghi magari lontanissimi, divertirsi con mani di blackjack su Betfair o altri siti di casinò. Il servizio prescelto comprime i pacchetti di dati e li invia al dispositivo, che subito li decomprime e li visualizza correttamente. I problemi nascono qualora la connessione risulti instabile o insufficiente: in tal caso si può presentare l’eventualità di ritardi, interruzioni nel buffering, immagini bloccate, difficoltà di caricamento, con conseguenti fastidi anche a livello emotivo, in quanto il flusso diviene balbettante.

Lo streaming è diventato parte integrante della nostra quotidianità, talvolta anche con usi consistenti, tra suggestioni artistiche, comunicazione a più livelli e desideri puramente ludici. L’importante è rivolgersi sempre a siti sicuri, con connessione crittografata e sistemi di protezione delle informazioni personali.

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.