Buongiorno cari lettori di Tecnogalaxy, oggi parleremo di una nuova tecnologia che quasi nessuno ha apportato. BiglyBT è il primo client torrent ad aggiungere il supporto completo per la specifica “BitTorrent v2“. Il client è molto più avanti della curva degli altri torrent. Secondo gli sviluppatori di BiglyBT, BitTorrent v2 offre diversi vantaggi, alcuni dei quali saranno chiaramente percepibili dagli utenti.

BiglyBT e BitTorrent V2

BiglyBT è un client di BitTorrent relativamente nuovo che è entrato in scena per la prima volta nell’estate del 2017.

Il software open-source è stato creato da ‘Parg‘ e ‘TuxPaper‘ che in precedenza hanno lavorato come sviluppatori principali in Azureus e Vuze. Dopo che il progetto è andato in stallo, se ne sono andati per creare il proprio spinoff. Le persone che proveranno BiglyBT noteranno immediatamente che è stato creato dai programmatori veterani di BitTorrent, perchè l’interfaccia utente è di vecchia scuola e ricca di funzionalità, proprio come il client su cui si basava. Tuttavia, BiglyBT è molto più di una semplice copia.

Gli sviluppatori hanno continuato a migliorare il software nel corso degli anni e hanno appena rilasciato una nuova versione con diversi aggiornamenti. Quest’ultimo rilascio include il supporto di BitTorrent v2, il che lo rende il primo client torrent a supportare la nuova specifica.

BitTorrent v2 non è molto conosciuto dal pubblico in generale, ma gli sviluppatori lo vedono come un potenziale game-changer. In termini di base, si tratta di una nuova e migliorata specifica BitTorrent che include diverse modifiche tecniche. È stato proposto per la prima volta da Bram Cohen nel 2008 e aggiornato e migliorato lungo il percorso.

Qualche settimana fa, il supporto v2 è stato aggiunto ufficialmente alla libreria Libtorrent, che viene utilizzata dai clienti più popolari, tra cui uTorrent Web, Deluge e qBittorrent. Questi client non hanno ancora implementato le funzionalità e sono stati battuti al volo in termini di tempo da BiglyBT.

Le differenze

Una delle principali differenze che gli utenti possono notare da BitTorrent v2 è che crea un nuovo tipo di formato torrent. Il formato torrent v2 crea un hash torrent diverso e più forte per un determinato set di file, che si traduce in uno sciame separato da un torrent v1 contenente gli stessi file. Per facilitare la migrazione, ci sono file torrent “ibridi” che contengono informazioni per costruire sia la v1 che v2 per un insieme di file. BiglyBT li supporta, permettendo di scaricare i file tramite in v1 e v2. I clienti più vecchi possono accedere alla v1 senza modifiche, ma questo non è garantito.

Diversi formati di torrent possono sembrare un passo indietro, ma è un prerequisito per molti vantaggi aggiuntivi che rendono BitTorrent pronto per i decenni a venire. Abbiamo già discusso questi vantaggi in dettaglio in precedenza, comprese le possibilità di “fusione”.

Con lo swarm merging, qualcuno può scaricare lo stesso file da diversi torrent che vengono scoperti su richiesta. BiglyBT ha già questa opzione in cui i nuovi file vengono abbinati in base alle dimensioni dei file. Si tratta di un approccio piuttosto elementare che comporta alcune congetture, il che lo rende soggetto ad errori.

Il cambiamento sarà lento

Per ora, però, non cambierà molto. Anche se gli utenti possono creare e scaricare torrenti v2 con l’ultima release, non sono ancora supportati da alcun sito o editore di torrenti. Fino a quando questo non cambierà, le cose rimarranno le stesse.

Il team di BiglyBT vuole essere pronto per quando arriverà quel momento e vede l’ultima release come un cambio di conversazione.

Finora si è parlato sorprendentemente poco di BitTorrent v2, anche da parte degli addetti ai lavori. La società madre di BitTorrent, TRON, che di solito non esita a fare grandi dichiarazioni, però non ne hanno ancora parlato, per quanto ne sappiamo. In ogni caso, chi è interessato alle nuove tecnologie può creare e condividere i propri torrenti v2 con BiglyBT oggi.

Conclusione:

Come avete capito questa nuova tecnologia può portare un boost ai torrent ma per il momento non lo si può ancora utilizzare dato che non ci sono siti che lo supportano, si spera che qualche torrent famoso come the pirate bay o 1337x iniziano ad aggiornare i propri siti così potremmo godere di questa tecnologia.

Questo è tutto, ad un prossimo articolo!

Leggi anche:

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.