Gli smartphone sono sempre più utilizzati per l’intrattenimento. I cellulari delle ultime generazioni, infatti, vengono impiegati per ascoltare la musica, per guardare i film e per giocare con i videogame, compresi i titoli di azione e quelli per effettuare puntate con i casinò. Per svolgere al meglio tali funzioni e per ottenere una perfetta immersione nel suono è necessario che lo smartphone disponga di determinate caratteristiche audio. Ecco quali sono le principali.

Compatibilità con i migliori file audio

Se l’obiettivo è quello di ascoltare brani musicali beneficiando di un suono di ottimo livello, per prima cosa bisogna riprodurre dei file perfetti dal punto di vista della qualità dell’audio. I più comuni formati per l’ascolto della musica digitale sono gli AAC, gli MP3 e i FLAC. I file che permettono di ascoltare musica senza perdita di qualità sono i formati non compressi WAV e AIFF, ai quali si uniscono i formati compressi ALAC e FLAC.

Con gli MP3 e gli AAC si riscontrano delle evidenti perdite di qualità: per quanto concerne gli MP3, l’eccezione è rappresentata dai file con un bitrate di 320 kbps. Molte piattaforme musicali online, come Amazon Music ed Apple Music, mettono a disposizione degli abbonati un buon numero di file audio di elevata qualità.

Presenza del chip DAC

Il DAC non è altro che un chip che si occupa della conversione dei suoni da digitali ad analogici. Quando il chip è di buona qualità il suono proveniente dagli speaker oppure dai dispositivi audio collegati tramite jack da 3,5 mm sarà sicuramente apprezzabile.

Supporto dei migliori standard Bluetooth

Nella maggior parte dei casi, la musica via smartphone viene ascoltata tramite dei dispositivi Bluetooth come cuffie o speaker esterni. Si tratta, senza ombra di dubbio, del sistema più rapido e comodo per ottenere un buon sound. Quando si acquista un nuovo smartphone è bene fare attenzione che siano supportati i più importanti standard wireless in circolazione, tra cui aptX e aptX HD, oltre ad accertarsi che anche i dispositivi Bluetooth da collegare siano compatibili con tali standard.

Standard via cavo

La migliore esperienza dal punto di vista della purezza del suono si riscontra attraverso i device cablati. Anche in questo caso bisogna fare attenzione agli standard in possesso del cellulare. Si raccomanda di verificare che lo smartphone supporti Hi-Res, Dolby Atmos e Dolby Digital.

Gli speaker integrati

Gli speaker in dotazione allo smartphone non saranno mai in grado di diffondere un suono potente e corposo, a causa del ridotto spazio a disposizione, fattore che impedisce l’installazione di driver di dimensioni adeguate. Tutto ciò riduce drasticamente la qualità del suono degli speaker, che rimangono comunque sufficienti per giocare con alcuni videogame, come le roulette di Betfair, oppure per guardare brevi clip video. Gli audiofili, in ogni caso, devono scegliere uno smartphone provvisto di una coppia di speaker stereo: sfruttando la cassa di risonanza attraverso la scocca, sarà possibile godere di un discreto suono, naturalmente tenendo conto dei limiti fisici della componentistica.

Leggi anche:

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.