Il messaggio di posta elettronica potrebbe sembrare autentico ma, in realtà, non è altro che un inganno studiato ad arte per sottrarre informazioni sensibili. Questa è la definizione di phishing, un attacco da imparare a riconoscere meglio grazie anche a una maggiore attenzione dell’utente.

Un senso di urgenza

Tanto per iniziare, è possibile riconoscere il tentativo di phishing facendo attenzione al messaggio in sé. Per indurre il malcapitato a cliccare sul link, la mail, o addirittura l’oggetto della stessa, comunica un senso di finta urgenza utilizzando anche termini appositi per mettere fretta.

Un buon antivirus

Purtroppo, è vero che alcuni attacchi di phishing sono talmente sofisticati da ingannare anche gli utenti più sospettosi e attenti. Entra allora in gioco il software anti-malware che avverte della presenza di un link anomalo non appena ci si clicca sopra. Il programma antivirus riconosce la fonte e l’url fraudolento bloccando l’attacco prima che possa fare danni.

L’url inesatto

Proprio come appena detto, l’url del link che si apre dalla mail è inesatto, cioè differente, anche se di poco, da quello ufficiale della ditta che dovrebbe aver mandato l’email. Un trucco per svelare gli inganni è aprire il sito dell’azienda che intende regalare un prodotto, non è riuscita a consegnare un pacco o addirittura la banca da un’altra pagina internet digitando le credenziali per entrare nel proprio profilo e controllare se tutto è veritiero oppure no. Piccolo spoiler: il 99,9% delle volte non lo è, come si può verificare anche rivolgendosi al servizio clienti.

La promessa di un regalo

In altri casi, la mail di phishing promette di consegnare un prodotto omaggio totalmente gratuito o addirittura regalare dei crediti sull’e-commerce per indurre l’utente ad aprire il link.

I link che non funzionano

Una volta aperto il link in un’altra pagina web, che viene subito segnalata se si possiede il miglior antivirus, potrebbe sembrare di essere arrivati su un sito autentico ma in realtà non è così. Se si controlla bene, i link attivi sono solo alcuni mentre la maggior parte, in particolare quelli in fondo alla pagina come ad esempio i contatti, non si apre perché l’hacker non aveva interesse a crearli.

Dei caratteri strani nella mail

Inoltre, possono apparire caratteri e segni speciali come simboli, doppi spazi e simili perché questi messaggi mail vengono generati, copiati e inviati da un software che si lascia dietro queste piccole defezioni proprio perché sono scie di programmi e comandi.

Gli errori grammaticali e di sintassi

Infine, si può facilmente riconoscere una mail di phishing dalla presenza di errori grammaticali come la mancanza di doppie o la discordanza tra singolare e plurale di articolo e nome. Le frasi usate sembrano poco logiche, senza senso e non naturali perché spesso frutto di traduzioni macchinose fatte da un software.

Come difendersi dagli attacchi informatici tipo phishing

Per proteggersi da un attacco informatico tipo phishing è quindi importante fare attenzione e rimanere aggiornati in prima persona su queste tattiche per violare la cyber security che, purtroppo, sono in continua evoluzione. La formazione dell’utente va comunque sostenuta da un buon sistema antivirus da tenere altrettanto aggiornato.

Leggi anche:

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.