Le cartelle nascoste nei sistemi operativi sono sempre esistite per evitare di far accedere utenti a file che se modificati potrebbero creare problemi nel sistema. Alcune volte però c’è il bisogno di accedere a queste cartelle per motivi di vario genere. Quindi andiamo a vedere come mostrare le cartelle nascoste sia su Windows che su Mac.

 

Mostrare le cartelle nascoste su Windows

Se hai un sistema operativo Windows, mostrare le cartelle e i file nascosti è molto semplice e veloce.

Per farlo ti basta infatti cliccare su Esplora Risorse (l’icona gialla di solito situata in basso a sinistra). Dopo aver aperto Esplora Risorse clicca in alto a destra nella finestra sulla freccetta accanto al punto interrogativo.

Dovrebbe essersi aperto un menù come quello in foto.

Clicca su Visualizza come mostrato in foto e poi su Opzioni.

Si aprirà una finestra nella quale dovrai cliccare su Visualizzazione e poi su Visualizza cartelle, file e unità nascosti come mostrato in foto.

Ora non ti resta che cliccare su Applica e infine su OK e hai finito! Infatti ora puoi vedere tutti i file e le cartelle nascoste su Windows.

Mostrare le cartelle nascoste su Mac

Se hai un Mac, mostrare le cartelle e i file nascosti è un po’ più complesso ma allo stesso tempo è più veloce rispetto a Windows. Andiamo a vedere come fare!

Apri il Terminale (lo trovi in Applicazioni/Utility) e incolla la seguente stringa.

defaults write com.apple.finder AppleShowAllFiles true; killall Finder

Dopo aver incollato la precedente stringa premi invio e finalmente verranno mostrate le cartelle e i file nascosti su Mac!

Per disattivare questa visualizzazione ti basta eseguire la stessa procedura soltanto che nel Terminale devi inserire la seguente stringa e poi premere invio.

defaults write com.apple.finder AppleShowAllFiles false; killall Finder

 

La guida è terminata. Finalmente ora puoi visualizzare tutte le cartelle e i file nascosti sul tuo PC! Ricorda sempre di prestare attenzione alla modifiche che andrai ad apportare perchè potresti recare danni al sistema.

Leggi anche Come forzare l’aggiornamento di Windows 10.