Il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg ha preannunciato delle innovazioni all’interno di tutti i social di sua proprietà, quindi non solo il suaccennato ma anche Instagram e Whatsapp.

Come per i giochi online anche per i social c’è la realtà tridimensionale. I vari malfunzionamenti che spesso bloccano l’utilizzo delle piattaforme probabilmente, sono dovuti proprio ai vari test effettuati per incrementare la funzionalità e rendere il software pronto alla rivoluzione. Del resto, si è addirittura parlato di modificare il nome di Facebook trasformandolo in Metaverso, il rivoluzionario mondo immaginario, ibrido tra l’offline e l’online, che dovrebbe modificare radicalmente il modo in cui usiamo e vediamo i social oggi. Vediamo nel dettaglio in cosa consiste questa innovazione e quali saranno le conseguenze.

Metaverso: la nuova frontiera del social

Da quando Facebook è stato progettato da un gruppo di universitari lontani da casa che si sentivano soli, ne è passata di acqua sotto i ponti. Ad oggi, suo padre, ha deciso di aggiungere un’altra innovazione ancora, il cui fine è sempre lo stesso del primo giorno: unire le persone lontane! Metaverso infatti è una realtà virtuale all’interno della quale tutti possono accedere per incontrare le persone lontane ma anche quelle che non ci sono più. Un mondo in cui, attraverso gli ologrammi, tutti possono sentirsi vicini. Ci sono degli ulteriori risvolti in questa trasformazione, in quanto basta un secondo per teletrasportarsi accanto alle persone care, quella che sembrava fantascienza, a breve potrebbe diventare realtà. Lo stesso Zuckerberg ne ha dato una dimostrazione, durante la presentazione del progetto, lasciando a bocca aperta tutti gli istanti.

L’applicazione concreta di Metaverso

Nello specifico, questa nuova frontiera della realtà potrebbe contribuire a far diminuire le emissioni di Co2, anche perché utilizzando il teletrasporto, è possibile spostarsi da un posto all’altro, ad esempio essere presenti a lavoro, senza muoversi da casa. Ecco perché l’attenzione mediatica nei confronti di questa innovazione è così elevata. Le prospettive offerte dal re dei social sono estremamente esagerate, bisognerà vedere quanto nella realtà concreta sarà possibile applicare questi metodi. Mark ha anticipato che anche a scuola si potrà essere presenti senza fare i pendolari, insomma, ci sarà una commistione tra i vari modi che potrebbe ingenerare a questo punto una grande confusione, sarà difficile distinguere il reale dall’immaginario. Questa è una delle critiche principali che è stata fatta al patron dei social che non sembra tirarsi indietro.

Leggi anche:

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.