Buongiorno Cari lettori di Tecnogalaxy, quest’oggi vi andremo a parlare del L4S

La buona notizia è che esiste un piano per eliminare quasi la latenza e grandi aziende come Apple, Google, Comcast, Charter, Nvidia, Valve, Nokia, Ericsson, la società madre di T-Mobile Deutsche Telekom e altre hanno mostrato interesse. Si tratta di un nuovo standard Internet chiamato L4S che è stato finalizzato e pubblicato a gennaio e potrebbe intaccare seriamente la quantità di tempo che passiamo aspettando il caricamento di pagine Web o stream e ridurre i problemi nelle videochiamate.  

Perché la mia connessione Internet è così lenta? 

Ci sono molte potenziali ragioni. Internet è una serie di tubi, una vasta rete di router, switch, fibre e altro interconnessi che collegano il tuo dispositivo a un server (o, spesso, a più server) da qualche parte. Se in qualsiasi punto del percorso si verifica un collo di bottiglia, la tua esperienza di navigazione potrebbe risentirne. E ci sono molti potenziali colli di bottiglia: il server che ospita il video che vuoi guardare potrebbe avere una capacità limitata per i caricamenti, una parte vitale dell’infrastruttura di Internet potrebbe essere inattiva, il che significa che i dati devono viaggiare più lontano per arrivare a te, al tuo computer potrebbe avere difficoltà a elaborare i dati, ecc. 

Allora, cos’è L4S e come renderebbe la mia connessione Internet più veloce? 

L4S sta per Low Latency, Low Loss, Scalable Throughput e il suo obiettivo è garantire che i pacchetti trascorrano il minor tempo possibile in attesa inutilmente in fila riducendo la necessità di accodamento. Per fare ciò, si lavora per rendere più breve il ciclo di feedback della latenza; quando inizia a verificarsi una congestione, L4S significa che i tuoi dispositivi lo scoprono quasi immediatamente e possono iniziare a fare qualcosa per risolvere il problema. Di solito, ciò significa ridurre leggermente la quantità di dati inviati. 

Come abbiamo spiegato in precedenza, i nostri dispositivi accelerano costantemente, poi rallentano e ripetono quel ciclo perché la quantità di dati che i collegamenti nella rete devono gestire cambia costantemente. Ma la caduta dei pacchetti non è un ottimo segnale, soprattutto quando i buffer fanno parte dell’equazione: il tuo dispositivo non si renderà conto che sta inviando troppi dati finché non ne invierà troppi , il che significa che deve bloccarli duramente. 

L4S, tuttavia, elimina il ritardo tra l’inizio del problema e il momento in cui ogni dispositivo della catena ne viene a conoscenza. Ciò semplifica il mantenimento di una buona quantità di throughput di dati senza aggiungere latenza che aumenta la quantità di tempo necessaria per il trasferimento dei dati. 

Abbiamo bisogno di L4S? 

In termini di riduzione della latenza su Internet, L4S o qualcosa di simile è “una cosa abbastanza necessaria”, secondo Greg White, un tecnologo della società di ricerca e sviluppo CableLabs che ha contribuito a lavorare sullo standard. “Questo ritardo nel buffering in genere è stato di centinaia di millisecondi o addirittura migliaia di millisecondi in alcuni casi. Alcune delle precedenti correzioni al buffer bloat lo hanno ridotto a decine di millisecondi, ma L4S lo riduce a millisecondi a una cifra.  

Ciò potrebbe ovviamente contribuire a rendere più piacevole l’esperienza quotidiana dell’utilizzo di Internet. “Al giorno d’oggi, per la maggior parte delle persone, la navigazione sul Web è più limitata dal tempo di andata e ritorno che dalla capacità della connessione. Oltre i 6-10 megabit al secondo, la latenza ha un ruolo maggiore nel determinare la velocità di caricamento di una pagina web. 

Tuttavia, una latenza estremamente bassa potrebbe essere vitale per potenziali casi d’uso futuri. Abbiamo accennato allo streaming di giochi, che può trasformarsi in un pasticcio se c’è troppa latenza, ma immagina cosa accadrebbe se provassi a trasmettere in streaming un gioco VR . In tal caso, un ritardo eccessivo potrebbe andare oltre il semplice rendere il gioco meno divertente da giocare e potrebbe persino farti vomitare. 

Cosa non può fare L4S? 

Beh, non può piegare le leggi della fisica. I dati possono viaggiare solo così velocemente e talvolta devono fare molta strada. Ad esempio, se provassi a fare una videochiamata con qualcuno a Perth, in Australia, ci sarebbero almeno 51 ms di latenza in ogni direzione: questo è quanto tempo impiega la luce per viaggiare in linea retta da dove mi trovo vivere fino a lì, supponendo che attraversi il vuoto. Realisticamente, ci vorrà un po’ più di tempo. La luce viaggia un po’ più lentamente attraverso i cavi in fibra ottica e i dati richiederebbero qualche salto in più lungo il percorso, poiché in realtà non esiste una linea diretta da casa mia a Perth, per quanto ne so. 

Come posso sapere se L4S migliorerà la mia connessione Internet? 

Questa è una bella domanda. L’indicatore più importante sarà la latenza che stai già sperimentando nella vita di tutti i giorni. Il ping viene talvolta utilizzato per misurare la latenza, ma solo trovare il ping medio non ti dice necessariamente tutta la storia. Ciò che conta davvero è qual è il tuo ping quando la tua rete è tassata e a cosa aumenta. 

Per fortuna, alcune app di test di velocità stanno iniziando a mostrare questi dati. Nel maggio 2022, Ookla ha aggiunto una panoramica più realistica della latenza a Speedtest , che è uno degli strumenti più popolari per vedere quanto è veloce la tua Internet. Per vederlo, fai un test, quindi tocca “risultato dettagliato” e guarda la sezione “reattività”. 

Leggi anche:

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.