Dopo aver visto cos’è un Hackintosh in questa guida andremo a vedere come realizzarlo in modo parziale. Infatti non andremo ad installare macOS su una vera e propria partizione rendendolo autonomo ma lo andremo ad installare su macchina virtuale. Installare un sistema operativo in virtuale vuol dire creare un hardware virtuale da destinare al sistema operativo da virtualizzare per poi utilizzarlo installandoci il sistema operativo desiderato. Per fare ciò esistono alcuni software appositi, quello che andremo a vedere oggi è VirtualBox. Iniziamo quindi con la guida che ci porterà a far funzionare macOS High Sierra su macchina virtuale.

Installare macOS High Sierra su macchina virtuale

Download file necessari

La prima cosa da fare è scaricare e installare VirtualBox. Lo puoi scaricare gratuitamente dal sito ufficiale cliccando su questo link.

Ora bisogna scaricare il disco fisso virtuale che contiene già il sistema operativo modificato appositamente per VirtualBox per evitare altri passaggi. Clicca quindi su questo link per scaricare il file per la creazione della macchina virtuale.

Dopo aver terminato il download estrai il file con un programa con WinRar che puoi scaricare da questo link.

Al termine dell’estrazione troverai un file con estensione .vmdk. Questo è il file che utilizzerai tra poco per far funzionare la macchina virtuale.

Creare la macchina virtuale

Apri VirtualBox e clicca su Nuova situato in alto a sinistra.

Nella finestra che si apre clicca su Modalità esperta.

Ora devi soltanto compilare i campi richiesti.

In Nome puoi usare uno tuo piacere, l’importante è che sia senza spazi.

In Tipo bisogna selezionare Mac OS X e in versione selezionare quella che attualmente è l’ultima uscita, cioè: macOS 10.13 High Sierra (64-bit).

Nel box dove c’è scritto Dimensione della memoria bisogna scegliere quanta memoria RAM dedicare alla macchina virtuale. Quì devi scegliere in base alla memoria RAM del tuo PC. Devi selezionarne la metà di quella disponibile in totale per non avere problemi di rallentamento del sistema operativo originale.

Nell’ultimo box presente cioè Disco fisso devi spuntare l’ultima voce Usa un file di disco fisso virtuale esistente e poi cliccare sulla cartella gialla. Dalla finestra che si è aperta recati nella cartella nella quale hai precedentemente estratto il file .vmdk, selezionalo e clicca su Apri.

Infine clicca su Crea.

Settare la macchina virtuale

Ora bisogna modificare le ultime impostazioni della macchina virtuale. Per fare ciò clicca sulla macchina virtuale creata all’interno di VirtualBox e clicca su Modifica.

Dalla finestra che si è aperta clicca su Sistema. Assicurati che tutte le voci di Funzionalità estetese siano spuntate.

Ora clicca su Processore. Da quì puoi aumentare il numero di core a 2 se hai un proceossore quad core e assicurati che Abilita PAE/NX sia spuntato.

Adesso è arrivato il momento di modificare le impostazioni video. Clicca quindi su Schermo e aumenta la Memoria video al massimo (cioè 128 MB) e spunta la voce Abilita accelerazione 3D.

La modifica delle impostazioni della macchina virtuale è terminata. Puoi quindi cliccare su OK per chiudere.

Ultimi passaggi prima dell’installazione

Ci siamo quasi, tra poco potremo avviare l’installazione di macOS High Sierra in virtuale. Prima di fare ciò rimangono da inserire altri codici da terminale. Vediamo come.

  • Chiudi VirtualBox;
  • Apri il Prompt dei comandi come amministratore;
  • Inserisci il seguente codice: SET VBOXDIR=%ProgramFiles%\VirtualBox e premi invio;
  • Ora scrivi SET VMNAME= dopo uguale senza spazi bisogna scrivere il nome scelto per la macchina virtuale;

Ora copia interamente il codice quì sotto e premi invio.

echo Cartella VirtualBox: %VBOXDIR%

echo Nome VM: %VMNAME%

"%VBOXDIR%\VBoxManage.exe" modifyvm "%VMNAME%" --cpuidset 00000001 000106e5 00100800 0098e3fd bfebfbff

"%VBOXDIR%\VBoxManage.exe" setextradata "%VMNAME%" "VBoxInternal/Devices/efi/0/Config/DmiSystemProduct" "iMac11,3"

"%VBOXDIR%\VBoxManage.exe" setextradata "%VMNAME%" "VBoxInternal/Devices/efi/0/Config/DmiSystemVersion" "1.0"

"%VBOXDIR%\VBoxManage.exe" setextradata "%VMNAME%" "VBoxInternal/Devices/efi/0/Config/DmiBoardProduct" "Iloveapple"

"%VBOXDIR%\VBoxManage.exe" setextradata "%VMNAME%"
"VBoxInternal/Devices/smc/0/Config/DeviceKey"
"ourhardworkbythesewordsguardedpleasedontsteal(c)AppleComputerInc"

"%VBOXDIR%\VBoxManage.exe" setextradata "%VMNAME%" "VBoxInternal/Devices/smc/0/Config/GetKeyFromRealSMC" 1

echo Fine operazione

Installazione di macOS

Finalmente puoi avviare l’installazione di macOS High Sierra in virtuale!

Riapri quindi Virtual Box, seleziona la macchina virtuale e clicca su Avvia.

Partirà così la macchina virtuale e usciranno alcune scritte sullo schermo. Dopo queste scritte finalmente vedrai la schermata di configurazione di macOS High Sierra proprio come se fosse un vero iMac.

Completa i campi richiesti fin quando ti chiede se vuoi trasferire le informazioni sul Mac. Lì devi spuntare l’ultima voce e cliccare su Continue.

Possiamo poi eseguire login con un account Apple ID oppure con un account locale.

Completa gli altri campi fin quando non ti troverai finalmente sul desktop di macOS High Sierra.

Portiamo a termine la procedura guidata e dovremmo arrivare al desktop del nostro Mac virtuale.

Al primo avvio, macOS ci informerà che non è stato possibile identificare il layout della tastiera, per identificarla clicca il tasto a destra dello shift sinistro.

Post Installazione

Quello fatti finora è solo l’inizio se vuoi avere macOS High Sierra perfettamente funzionante sulla tua macchina virtuale. Infatti, come avrai notato il sisema operativo è molto scatto anche quando si aprono le cartelle nel Lounchpad, l’audio probabilmente non funziona e chissà il Wi-Fi.

Per rimediare a ciò bisogna scaricare i kext adatti per i tuoi componenti non funzionanti. I kext sono quelli che vengono solitamente chiamati driver, ma questi sono appositi per macOS.

Se hai una scheda video nvidia devi scaricare i WebDriver che puoi trovare su internet. Devi cercare i webdriver specifici per la versione di macOS High Sierra installata sulla tua macchina virtuale (10.13.1, 10.13.2 ecc). Dopo aver scaricato il file basta avviarlo con un doppio click e seguire la procedura guidata di installazione e infine riavviare.

Per l’audio bisogna trovare il codec adatto della tua scheda madre. Quindi dopo aver trovato il proprio Codec Audio bisogna cercarlo su internet seguito da “kext per high sierra”. Quando lo troverai e se lo troverai dovrai installarlo utilizzando Kext Utility che puoi scaricare da questo link.  Dopo averlo scaricato basta aprirlo, aspettare che carichi e poi trascinarci denro il kext audio. Quando Kext Utility terminerà basta riavviare e se tutto è andato bene avrai l’audio funzionante.

Ora manca soltanto di tradurre macOS High Sierra in italiano. Per fare ciò è molto semplice. Basta andare in Preferenze di Sistema , cliccare su Lingua e Zona, cliccare su +, scegliere la lingua italiana e cliccare su Aggiungi.

Conclusione

Ora hai macOS High Sierra installato in virtuale. Con questo non potrai fare lavori da professionista con il sistema operativo Apple ma è comunque comodo per sperimentare e studiare un nuovo sistema operativo. Per avere una soluzione più affidabile e performanete conviene realizzare un vero e proprio Hackintosh.

Leggi anche il nostro articolo Come scaricare e attivare gratis Adobe 2018 Windows.

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.