Buongiorno cari lettori di Tecnogalaxy, in questo articolo vi andrò ad aggiornare e chiudere la vicenda del razzo cinese che ha perso il controllo.

Una parte di un enorme razzo che è stato lanciato del primo modulo cinese per la sua stazione spaziale Tianhe è caduto sulla Terra e dopo giorni di speculazioni sul punto di rientro e sulle dimensioni del detrito sopravvissuto all’attrito con l’atmosfera.

Il nucleo alto 30 metri del razzo Long March 5B è stato lanciato nell’orbita terrestre bassa il 29 aprile da Wenchang nella provincia cinese di Hainan.

Il Long March 5B è poi entrato in un’orbita temporanea, ponendo le basi per uno dei più grandi rientri mai controllati. Alcuni esperti temrvano che poteva atterrare su posti abitati come New York.

“Potenzialmente non va bene”, ha detto Jonathan McDowell, astrofisico presso l’Astrophysics Center presso l’Università di Harvard.

“L’ultima volta che hanno lanciato un razzo Long March 5B si sono ritrovati con grandi lunghe barre di metallo che volavano nel cielo e hanno danneggiato diversi edifici in Costa d’Avorio”, ha detto.

“La maggior parte è bruciata, ma c’erano questi enormi pezzi di metallo che sono caduti a terra. Siamo molto fortunati che nessuno sia rimasto ferito”.

Martedì il nucleo orbitava intorno alla Terra ogni 90 minuti circa, a più o meno 27.600 chilometri orari con un’altitudine di oltre 300 km. L’esercito americano lo ha chiamato 2021-035B e il suo percorso poteva essere seguito su alcuni siti che lo tracciavano.

Dal fine settimana è sceso di quasi 80 km di altitudine ed è stato riferito che alcuni osservatori amatoriali hanno mostrato che stava cadendo e non era sotto controllo. Questo e la sua velocità rendono impossibile prevedere dove atterrerà quando l’atmosfera terrestre alla fine lo trascinerà verso il basso, anche se McDowell ha affermato che il risultato più probabile è che cadrà in mare, poiché l’oceano copre circa il 71% del pianeta.

Ma McDowell dice che alcuni pezzi del razzo sopravviveranno al rientro e che sarebbe “l’equivalente di un piccolo incidente aereo sparsi per 100 miglia”.

Dal 1990 nulla più di 10 tonnellate sono state deliberatamente lasciate in orbita per un rientro incontrollato. Si pensa che il nucleo del Long March 5B sia di circa 21 tonnellate.

“La cosa brutta è che è davvero negligente da parte della Cina. Cose che superano le dieci tonnellate le lasciano cadere dal cielo deliberatamente ”, ha detto McDowell.

Sulla base della sua orbita attuale, il razzo sta passava sulla Terra da New York, Madrid e Pechino e fino a sud fino al Cile meridionale e Wellington, in Nuova Zelanda, e poteva rientrare in qualsiasi punto all’interno di quest’area.

Data la sua velocità, un piccolo cambiamento nel suo percorso poteva fare una grande differenza per dove andava a finire.

I detriti del razzo cinese che sono arrivati a contatto con la terra sono caduti nell’oceano indiano alle Maldive.

Bisogna considerare che però questo lancio del razzo faceva parte di 11 missioni pianificate come parte della costruzione della stazione spaziale cinese, che dovrebbe essere completata alla fine del 2022. La stazione spaziale a forma di T dovrebbe pesare circa 60 tonnellate, considerevolmente più piccola della Stazione Spaziale Internazionale, che ha lanciato il suo primo modulo nel 1998 e pesa circa 408 tonnellate.

La stazione spaziale cinese avrà un porto di attracco e sarà anche in grado di connettersi con un satellite cinese. Teoricamente potrebbe essere espanso fino a sei moduli. quindi bisogna sperare che i cinesi abbiano più riguardi verso i propri razzi, in più la Cina aveva pure censurato la notizia della perdita del controllo del razzo con i propri cittadini uscendo su baidu (il proprio motore di ricerca) solo alcune ore prima dello schianto.

Questo è tutto, ad un prossimo articolo.

Leggi anche:

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.