Buongiorno cari lettori di Tecnogalaxy, oggi parleremo di un app che ti permette di far diventare un NFT una qualsiasi cosa gratuitamente.

Nonostante il fatto che la maggioranza degli Italiani non sappia ancora cosa sia una NFT, i token non fungibili hanno davvero conquistato il paese, scavando nei nostri portafogli e, apparentemente, anche nei nostri cuori.

La confusione Italiana probabilmente deriva dal fatto che gli NFT possono essere praticamente qualsiasi cosa. Poiché la designazione si riferisce a un processo tecnico mediante il quale un file digitale viene coniato sulla blockchain e trasformato in una risorsa crittografica, molte cose possono qualificarsi, purché attraversino quel processo. Quindi, mentre l’elenco dei token non fungibili includeva contenuti di alto livello come murales, postmoderni e video di arte digitale, includeva anche immagini di carta igienica e qualcosa chiamato Pringles CryptoCrisp.

Qual è l’app per trasformare tutto in NFT?

Beh, se avete un iPhone, è uscita una nuova app che, per sua stessa ammissione, ti consente di trasformare “ogni idea” in un NFT. Si chiama S!NG ed è la prima e unica app iOS gratuita progettata per consentirti di creare tutti gli NFT che desideri. Laddove in precedenza avresti dovuto pagare uno scambio di criptovalute per coniare la tua risorsa, S!NG fa tutto il conio per te, gratuitamente.

Fondata dall’ex dirigente di Apple Geoff Osler, l’azienda ha cercato di rendere il suo prodotto davvero facile da usare: ha una funzione punta e clicca, quindi è fondamentalmente semplice come scattare una foto o fare una registrazione sul tuo telefono per crearli. Puoi anche caricare file. Un portavoce dell’azienda lo ha stabilito in questo modo:

Sulla maggior parte delle piattaforme di scambio NFT, gli utenti sono responsabili del pagamento di una commissione, che copre il costo della creazione effettiva dell’asset crittografico. Questi possono essere piuttosto.

Come potrebbe suggerire il nome dell’app, viene commercializzata ad artisti e musicisti.

Un video sul sito web dell’azienda afferma che S!NG vuole utilizzare gli NFT per proteggere i creatori dal furto di proprietà intellettuale, il che è un’idea interessante.

Il pensiero qui sembra essere che poiché i token non fungibili designano una proprietà specifica su una risorsa digitale unica, possono impedirti di farti copiare legalmente i testi delle tue canzoni o la registrazione digitale. Pertanto, il sito web afferma che S!NG è il “modo più semplice per mettere un timbro su un’idea, etichettarla come tua, convertirla in un NFT e archiviarla in un portafoglio centralizzato”, aggiungendo anche che l’app è uno spazio in cui le idee possono essere condivise “con sicurezza e senza esitazione, senza dover ricorrere a un avvocato”. In altre parole, è come quel vecchio trucco di mandarti una lettera certificata di testo protetto da copyright o testi di canzoni.

Cosa può provocare quest’applicazione

Anche se tutto questo suona abbastanza bene, il rovescio della medaglia è che fa suonare S!NG quasi come un’app di blocco note, in cui ogni nota diventa un NFT. Se si considera il pedaggio ecologico che presumibilmente gli NFT stanno producendo nel mondo, forse non è una buona idea rendere ogni pensiero che annoti un token non fungibile? Poi di nuovo, le persone stanno apparentemente lavorando su questo problema, quindi forse possiamo presumere che sarà un problema di breve durata.

Mettendo da parte tutto ciò, il fatto che l’app abbia reso la creazione di NFT così accessibile è piuttosto folle, in qualsiasi modo tu la tagli. La startup ha appena completato il suo secondo round di finanziamento privato a marzo e sembra essere sulla buona strada per diventare un prodotto molto utilizzato. I progettisti dell’app hanno chiarito che l’accessibilità è ciò che realmente offrono qui, il che è una buona cosa da offrire quando si ha a che fare con un fenomeno poco conosciuto.

“Non è necessaria alcun apprendimento o studio nella crittografia per utilizzare la nostra piattaforma”, ha affermato il portavoce dell’azienda. “Se puoi scattare una foto, puoi creare un NFT.”
Questo è tutto, ad un prossimo articolo.

Leggi anche:

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.