Buongiorno cari lettori di Tecnogalaxy, oggi vi andremo a parlare dell’UE che obbligherà Apple ad utilizzare le porte USB-C al posto delle porte Lightning.

I legislatori dell’Unione Europea hanno concordato nuove proposte per costringere i produttori di qualsiasi prodotto, passando, da smartphone a cuffie alle fotocamere, ad utilizzare la stessa porta di ricarica universale: USB Tipo-C. Il piano prevede che le nuove regole entrino in vigore entro l’autunno 2024, dopodiché questi dispositivi che si ricaricano utilizzando un cavo dovranno farlo tramite una porta USB-C integrata.

È probabile che l’impatto più grande di questa, ricada sugl’iPhone di Apple. Mentre il resto dell’industria degli smartphone è gradualmente convergente attorno all’USB-C come porta di ricarica cablata unica e standardizzata, infatti Apple utilizza ancora il Lightning, il connettore proprietario introdotto con l’iPhone 5 nel lontano 2012.

APPLE È L’UNICO GRANDE PRODUTTORE DI SMARTPHONE A NON AVER ABBRACCIATO L’USB-C

Le regole dell’UE per ora sono solo un accordo provvisorio e dovranno essere approvate sia dal Consiglio europeo che dal Parlamento europeo prima di diventare ufficiali. Ciò dovrebbe accadere dopo la pausa estiva. Entrerà in vigore 20 giorni dopo e la maggior parte dei produttori avrà quindi 24 mesi per conformarsi, da cui deriva la data di conformità dell’autunno 2024. L’eccezione sono i laptop perché il tipo di caricabatterie USB-C ad alta potenza richiesti da questi dispositivi è meno comune rispetto ai caricabatterie per telefoni.

I nuovi iPhone di punta tendono ad essere annunciati a settembre di ogni anno, il che significa che la gamma di iPhone di Apple verrà lanciata proprio quando la legislazione sta entrando in vigore. Ma le regole dettano che “non dovrebbero esserci sul mercato prodotti non conformi” alla direttiva, afferma Desislava Dimitrova, portavoce del Parlamento europeo. Ciò significa che Apple potrebbe voler apportare le modifiche prima, dal momento che dovrebbe modificare o ritirare dal mercato i modelli più vecchi.

Ovviamente, l’UE non può costringere Apple a fare il cambiamento in tutto il mondo. Ma qualsiasi iPhone venduto nel mercato unico dell’Unione Europea dovrebbe rispettare queste regole. Nel corso dell’anno 2021, quasi un quarto delle vendite nette di Apple è arrivato dall’Europa e l’iPhone è stato il suo prodotto più venduto in tutto il mondo. Apple potrebbe produrre iPhone USB-C e spedirli esclusivamente nell’UE, ma data l’enfasi di Apple sull’efficienza della catena di approvvigionamento che vede vendere una selezione ristretta di dispositivi molto simili in tutto il mondo (con solo un paio di modelli speciali come eccezione).

LE REGOLE NON RIGUARDANO LA RICARICA WIRELESS, PER ORA

C’è almeno un modo in cui Apple potrebbe evitare di dover inserire porte USB-C sui suoi telefoni, ed è grazie alla ricarica wireless. L’attuale legislazione dell’UE riguarda solo la ricarica via cavo, quindi se un telefono dovesse caricarsi solo in modalità wireless, potrebbe evitare del tutto le regole di armonizzazione della ricarica dell’UE.

Date le voci secondo cui Apple ha preso in considerazione l’idea di seguire quella strada con l’iPhone. Queste voci sono state molto di voga da quando Apple ha introdotto lo standard di ricarica wireless MagSafe.

Apple ha resistito ai tentativi dell’UE di standardizzare l’USB-C. Nel feedback presentato alla Commissione europea lo scorso anno, la società ha affermato che il regolamento potrebbe rallentare “l’introduzione di innovazioni vantaggiose negli standard di ricarica, compresi quelli relativi alla sicurezza e all’efficienza energetica”. Ha anche affermato che le nuove regole potrebbero aumentare i rifiuti elettronici a breve termine “attivando lo smaltimento di cavi e accessori esistenti”. Ha un punto. Con una stima di 1 miliardo di iPhone in uso in tutto il mondo all’inizio del 2021, è un sacco di hardware di ricarica che diventerà ridondante nel tempo. E tutti questi clienti avranno bisogno di nuovi accessori USB-C per sostituirli.

ANCHE LE CUFFIE, I MOUSE WIRELESS E LE TASTIERE DI APPLE SONO INTERESSATI DALLE PROPOSTE

Se la normativa entrerà in vigore nella sua forma attuale, non sarà solo l’iPhone che Apple dovrà passare da Lightning a USB-C nell’UE. Secondo un comunicato stampa del Consiglio europeo, cuffie, auricolari, mouse wireless e tastiere wireless sarebbero tutti necessari per utilizzare USB-C per la ricarica cablata. Ciò coprirebbe AirPods Max, AirPods, Magic Mouse e Magic Keyboard, che attualmente utilizzano tutti Lightning.

La nuova legislazione dell’UE è ancora lontana dall’essere trasformata in legge. Deve essere finalizzato a livello tecnico e votato sia dal Parlamento europeo che dal Consiglio europeo.

Leggi anche:

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.