Buongiorno cari lettori di Tecnogalaxy, oggi vi andremo a parlare di come viene utilizzata l’IA nella sicurezza informatica.

Il progresso tecnologico ha conseguenze non solo piacevoli, ma anche negative. Insieme al ritmo accelerato di sviluppo dei sistemi di sicurezza aziendale, stanno emergendo nuovi e più sofisticati tipi di attacchi informatici.

Le contromisure da adottare diventano più velocemente obsolete e non funzionati. Nel corso dell’anno precedente, il numero di attacchi è aumentato del 30% e questa tendenza è in continuo aumento.

Statistiche sull’uso dell’IA nella sicurezza informatica

I ricercatori che contribuiscono alla Cyber security prevedono che la spesa per la lotta ai crimini informatici aumenterà a 10,5 trilioni. Questo è tre volte di più rispetto al 2015 (3 trilioni). Dato che la quantità di dati globali è in aumento, diventa più difficile tracciare e prevenire le vulnerabilità.

Nel 2020, l’IA nella sicurezza informatica valeva più di 10 miliardi e entro il 2027 il prezzo aumenterà di quasi 4,5 volte. IBM stima che le aziende prive di intelligenza artificiale spendono tre volte di più per mitigare gli attacchi informatici rispetto alle aziende con sistemi di tracciamento automatizzati implementati.

Rilevamento di malware o hacker nella propria rete

L’IA classifica automaticamente i domini analizzando il traffico DNS per identificare, domini dannosi, spam, phishing, clonare e così via. In precedenza, per gestire questo ambiente, bastava avere delle buone blacklist. Oggi i domini vengono creati in 1-2 minuti, utilizzati non più di 2-3 volte in mezz’ora, quindi i criminali passano ad altri domini. Per rintracciarli non basta la blacklist: è necessario utilizzare la tecnologia AI. Un algoritmo intelligente impara a rilevare tali domini e a bloccarli immediatamente.

Rilevamento di foto false e immagini sostitutive

Un algoritmo riconosce se il volto di una persona nella foto è stato sostituito con l’immagine di qualcun altro. Questa funzione è particolarmente utile per l’autenticazione biometrica remota nei servizi finanziari. Impedisce ai truffatori di creare foto o video falsi e di presentarsi come altre persone. Quindi, non ruberanno i soldi degli altri.

Riconoscimento della voce

Questa funzione di intelligenza artificiale viene utilizzata per rilevare perdite di informazioni e leggere informazioni non strutturate in formati non leggibili dalla macchina. Queste informazioni arricchiscono i dati di firewall, gateway, sistemi proxy e altre soluzioni tecniche che forniscono dati strutturati.

Sulla base delle statistiche, l’IA fornisce consigli su quali strumenti di protezione utilizzare o quali impostazioni devono essere modificate per aumentare automaticamente la sicurezza di una rete aziendale.

Più analisi esegue il sistema, più accuratamente fornisce la stima successiva grazie al meccanismo di feedback. Inoltre, un algoritmo intelligente lo fa su una scala tale e a una velocità tale che i difensori umani non sarebbero in grado di gestire.

Automazione della ricerca di vulnerabilità del software

Una vulnerabilità è un bug in un programma che consente a qualcuno di trarne vantaggio (ad esempio, estrarre dati per la vendita, trasferire denaro, rubare dati privati ​​da un telefono e così via). Grazie all’IA, è diventato possibile cercare automaticamente tali errori.

L’IA cerca le vulnerabilità in un programma ed esamina l’interfaccia dell’applicazione. Se trova un ransomware su un computer, disconnette immediatamente il suo utente dalla rete, salvando così il resto dell’azienda da pericolose infezioni.

Conclusione

L’IA nella sicurezza informatica ha grandi prospettive. Ma deve essere gestito in modo ragionevole, come qualsiasi altra tecnologia. Non è tutto oro ciò che luccica e avere anche la tecnologia più avanzata non significa protezione al 100%. L’intelligenza artificiale non ti salverà da gravi attacchi causati dal mancato rispetto delle regole di sicurezza informatica di base. Un algoritmo intelligente dovrebbe essere implementato se è stato costruito un ecosistema chiaro in grado di adattarsi a una rete aziendale in evoluzione.

Leggi anche:

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.