Buongiorno cari lettori di Tecnogalaxy, quest’oggi vi andremo a parlare di come Dipp potrebbe sistemare il problema della comunicazione tra marketing e design

Prima di fondare Dipp, Jennifer Chen e Mikhail Abramov hanno trascorso 15 anni lavorando come direttori artistici a New York City. Durante quel periodo, Chen afferma di essersi reso conto che il processo di marketing, vendita e progettazione è rimasto lo stesso, nonostante l’introduzione sul mercato di nuove tecnologie e strumenti, ed è spesso pieno di colli di bottiglia. 

“I venditori hanno esigenze di vendita, comunicano con il team di marketing e poi, una volta che il team di marketing ha una direzione, informano un designer, poi il designer torna dal marketing, e poi il marketing torna dal designer”, ha detto. “C’è quel circolo vizioso che rallenta l’intero processo perché nessuno capisce le esigenze e il flusso di lavoro dell’altro dipartimento.” 

Dipp è stato lanciato tre anni fa per automatizzare gran parte di questo flusso di lavoro è consentire ai team di marketing e progettazione di collaborare in modo più efficace, concentrandosi sui propri parametri di prestazione. Ad esempio, se un team di marketing desidera aggiornare un prezzo sul proprio annuncio, tutto ciò che deve fare è inserirlo in un foglio di calcolo invece di chiedere a un designer. La startup con sede a Taipei ha recentemente raccolto 1,5 milioni di dollari in finanziamenti iniziali da investitori tra cui SparkLabs Taiwan, Palm Drive Capital e l’unicorno di tecnologia dei contenuti Tezign, e lancerà presto funzionalità generative basate sull’intelligenza artificiale. 

Per utilizzare dipp, i marchi devono prima impostare una linea guida del marchio con informazioni che includono caratteri, colori e layout (oppure possono caricare un file Adobe Photoshop). Quindi, trasformiamo attivamente tali dati in un file Dipp in cui è possibile modificare tutto. Attivamente carichiamo i prezzi e altre informazioni per gli annunci in un foglio di calcolo, dove ogni riga rappresenta un prodotto, consentendo la modifica in batch delle risorse visive.

I marchi con cui dipp lavora sono in genere aziende nel top 500 del settore dell’abbigliamento e della bellezza che vendono un gran numero di prodotti o oltre 500 SKU. Hanno tassi di rotazione dei prodotti elevati, spesso con lanci settimanali di 20 o più prodotti, e vendono su tre o più mercati, insieme a campagne pubblicitarie sui social media. Chen afferma che la maggior parte dispone di grandi team di vendita e marketing, ma mancano di designer. Tra i suoi clienti figurano Levi’s, Estée Lauder e Rakuten.  

Dal suo lancio, dipp si è concentrato principalmente su Taiwan, ma si sta espandendo nel sud-est asiatico, con nuovi clienti a Singapore, nelle Filippine e in Tailandia.

In termini di concorrenza, Chen afferma che i potenziali clienti spesso chiedono in cosa differisce Dipp da Rocketium, il che aiuta i team creativi a costruire campagne di marketing molto grandi. Chen afferma che dipp si differenzia concentrandosi sull’e-commerce perché i marchi in Asia spesso vendono attraverso più canali online contemporaneamente, tra cui PC Home, Momo, Shopee e Lazada. Ogni marketplace ha le proprie linee guida uniche per i contenuti visivi, comprese le dimensioni e le dimensioni dei file. Tali informazioni sono integrate nella piattaforma di dipp, in modo che i marchi possano automatizzare i propri annunci per soddisfare requisiti diversi. 

Dipp sta ora lavorando all’integrazione dell’intelligenza artificiale generativa nella sua piattaforma per aiutare a colmare le lacune tra i dipartimenti di marketing e di progettazione. La Dipp utilizzerà i nuovi finanziamenti per espandere attivamente il proprio team, concentrandosi soprattutto nei dipartimenti di ricerca e sviluppo e commerciali.

In una dichiarazione, il socio fondatore di Palm Drive Capital, Seamon Chan, ha dichiarato: “Con gli investimenti globali di venture capital nell’intelligenza artificiale generativa che hanno raggiunto 1,7 miliardi di dollari nel primo trimestre di quest’anno “. Poiché l’azienda ha convalidato la sua proposta a Taiwan offrendo una soluzione tanto necessaria per le operazioni di e-commerce multicanale di marchi globali, siamo ottimisti sul fatto che questa soluzione avrà un impatto dirompente sui flussi di lavoro operativi dell’e-commerce nella regione APAC”. 

Leggi anche:

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.