Cari lettori di Tecnogalaxy, oggi vi parlerò di alcuni metodi per inviare mail anonime tramite alcuni portali trovabili liberamente su internet.

Mi è capitato di gestire dei casi dove alcuni utenti avevano ricevuto delle mail minatorie con indirizzo del mittente se stessi. Come è stato possibile?

Nei casi più semplici per vedere da dove è partita la mail basta analizzare l’header della mail e trovare l’indirizzo IP, fare un traceroute e capire da dove è partita.

Nei casi più complessi se chi ha inviato la mail era in vpn o addirittura nel dark web, anche se viene analizzato l’header della mail l’ip che troverete non sarà reale, nel senso che sarà impossibile da tracciarlo.

Partiamo dai casi più semplici, ci sono diversi portali che offrono questo tipo di servizio per inviare mail in anonimato, la cosa positiva è che la maggior parte di queste mail verranno messe nella posta indesiderata.

Iniziamo vedere i portali che si possono trovare nel web classico.

Portali per inviare mail anonime

Ci tengo a precisare che questi tipi di servizi andrebbero utilizzati per essere anonimi e non per fare truffe.

Il primo portale che vedremo è https://emkei.cz/, già utilizzato nel precedente articolo (Tecnica Phishing nel dettaglio).

Ecco la descrizione dei campi del sito:

  • From Name (Email del mittente):  l’indirizzo della mail falsa da cui volete inviare il messaggio;
  • From E-Mail (E-mail del Destinatario): l’indirizzo della persona a cui volete inviare la mail;
  • Subject (Oggetto della mail): il titolo della email;
  • Attachment: se volete allegare un file;
  • Text (Messaggio): il testo del messaggio che volete inviare;
  • Codice di verifica, poi cliccare su “Send”;

Secondo portale

Il secondo portale è http://deadfake.com/send.aspx

Ecco la descrizione dei campi del sito:

  • To (Email Mittente):  l’indirizzo della mail falsa da cui volete inviare il messaggio;
  • From (E-mail Destinatario): indirizzo del destinatario a cui volete inviare la mail;
  • Subject (Oggetto): il titolo della email;
  • Message: Testo del messaggio da inviare;
  • Codice di verifica e cliccare su Send now.

Terzo portale

Il terzo portale è http://send-email.org/

Ecco la descrizione dei campi del sito:

Send-Email permette di spedire email anonime, senza però personalizzare il mittente. È sufficiente inserire nei campi vuoti lo stretto necessario.

Quarto portale

Il quarto portale è https://www.filemail.com/

Ecco la descrizione dei campi del sito:

  • A (e-mail):  l’indirizzo della mail falsa da cui volete inviare il messaggio;
  • Da (e-mail): indirizzo del destinatario a cui volete inviare la mail;
  • Oggetto: il titolo della email;
  • Messaggio: Testo del messaggio da inviare;

Analizzare email anonime

Se analizziamo l’header di queste mail , il primo indirizzo IP che troviamo è (167.114.101.158).

Facendo un traceroute la mail risulta arrivare da Montreal.

Come inviare mail anonime gratis 2

Se continuiamo con l’analisi troviamo un altro indirizzo IP (che per motivi di privacy non vi scrivo, sarà simile a 2.228.—.—), sarà l’IP reale da dove è partita la mail.

Capire se una mail arriva dal dark web

Adesso passiamo al caso dark web, (questo è un caso reale), mail inviata direttamente dal web oscuro. Innanzitutto per capire se una mail arriva da quel mondo, (prendiamo come esempio la mail pippo@secmail.pro), facendo delle ricerche su Google con il dominio (@secmail.pro) potremo vedere che i link trovati non sono accessibili.

Come inviare mail anonime gratis

Risultato della nostra ricerca:

Come inviare mail anonime gratis

Il risultato ottenuto da questa prima indagine mi fa capire che la mail ricevuta sia stata inviata appunto dal dark web, non ci resta che accedere per fare ulteriori controlli. Per accedere al dark web dobbiamo scaricare Tor Browser, facciamo l’installazione e addentriamoci nel web oscuro (fate attenzione).

Copio l’indirizzo che in Google non aveva funzionato e lo incollo nell’url in Toor, bingo! Abbiamo la certezza che le mail arrivano dal dark web e il portale esiste.

Come inviare mail anonime gratis

Mi registro e faccio un test inviandomi la mail al mio indirizzo, analizzo l’header e faccio un traceroute per vedere se l’ip è identico alla mail che abbiamo analizzato in precedenza, gli IP corrispondono 167.114.101.—.

Purtroppo le mail inviate dal web oscuro non sono rintracciabili, se il server che offre il servizio è in un’altra giurisdizione per un utente “chiamiamolo normale”, non c’è nulla da fare. Solo il governo o il corpo di qualche esercito in caso di una indagine, potrebbe chiedere collaborazione allo stato (dove è registrato il portale), per avere l’IP reale.

Buon divertimento, al prossimo articolo.

N.B.: Non mi assumo nessuna responsabilità dell’uso che farete della guida, in quanto stilata per uso didattico e formativo.

Giorgio Perego

IT Manager

Leggi anche:

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.