Buongiorno cari lettori di Tecnogalaxy, oggi parleremo di un azienda statunitense che è stata hackerata dando l’accesso a ben 150 mila videocamere sparse in tutta America e in tutti i luoghi che potrebbero risultare importanti.

Verkada, una startup di sicurezza della Silicon Valley che fornisce servizi di telecamere di sicurezza su cloud, questa ha subito una grave violazione della sicurezza. Gli hacker hanno avuto accesso a oltre 150.000 telecamere dell’azienda, alcune di queste erano telecamere di fabbriche e altre nei magazzini Tesla, negli uffici di Cloudflare, nelle palestre di Equinox, negli ospedali, nelle carceri, nelle scuole, nelle stazioni negli di polizia e Verkada, quindi un po’ ovunque.

Secondo Tillie Kottmann, uno dei membri del gruppo di hacker internazionale che ha violato il sistema, l’hack aveva lo scopo di mostrare quanto siano comuni le telecamere di sicurezza dell’azienda e quanto facilmente può essere violate. Il gruppo ha anche avuto di avuto accesso all’archivio video completo di tutti i clienti di Verkada.

In una dichiarazione, un rappresentante di Verkada ha commentato: “Abbiamo disabilitato tutti gli account di amministratore interno per impedire qualsiasi accesso non autorizzato. Il nostro team di sicurezza interno e la società di sicurezza esterna stanno esaminando la portata e la portata di questo potenziale problema”.

Come sono state hackerate le videocamere

L’era dell’hacking apparentemente relativamente semplice: il gruppo è riuscito a ottenere l’accesso di livello “Super Admin” al sistema di Verkada utilizzando un nome utente e una password trovati pubblicamente su Internet, quindi chiunque avrebbe potuto utilizzarli se non è già successo. Da lì, sono stati in grado di accedere all’intera rete dell’azienda, compreso l’accesso root alle telecamere stesse, che, a sua volta, ha permesso al gruppo di accedere alle reti interne di alcuni clienti di Verkada.

Verkada è orgogliosa di offrire telecamere di sicurezza connesse a Internet, promettendo un “approccio software first” alla Silicon Valley per rendere la sicurezza “semplice e moderna come le organizzazioni che proteggiamo”. La telecamere è connessa al cloud comprendente un’interfaccia intuitiva basata sul Web che consente alle aziende di monitorare i propri feed e di offrire anche un software di riconoscimento facciale.

Questa azienda è stata critica anche nel passato per accuse di sessismo e società dopo un incidente nel 2019 in cui un direttore delle vendite ha utilizzato le telecamere di sicurezza dell’ufficio di Verkada per molestare le colleghe fotografandole segretamente e pubblicando le loro foto sul Slack dell’azienda. In risposta, il CEO di Verkada ha offerto ai membri del canale Slack una scelta tra la società o tagliare i loro contatti.

L’elenco dei clienti che utilizza Verkada è ampio: oltre ad aziende come Tesla e Cloudflare, gruppo ha ottenuto l’accesso alle telecamere Verkada all’interno di Halifax Health, a ospedale della Florida; Sandy Hook Elementary School di Newtown, Connecticut; La prigione della storia di Madison a Huntsville, Alabama; a Wadley Regional Medical Center, un ospedale a Texarkana, in Texas. Oltre al filmato della telecamera, il gruppo afferma anche di essere stato in grado di accedere all’elenco completo delle migliaia di clienti di Verkada e alle sue informazioni finanziarie private.

Il gruppo ha fatto ciò per dimostrare che siamo tutti sorvegliati, in qualsiasi momento della nostra vita e ogni siamo “controllati sempre di più”.

Questo attacco non ha colpito le aziende italiane dato che questo servizio è famoso principalmente negli stati uniti, ma non pensate che qua sia meglio, le videocamere sono state implementate soprattutto un paio di anni fa, e soltanto un anno fa Anonymous Italia aveva fatto un operazione chiamata OP Big Brother che serviva a sensibilizzare le persone sul fatto che le videocamere non sono sicure un po’ per ignoranza delle persone sulla tecnologia un po’ per la tecnologia stessa che non era abbastanza sicura.

Questo è tutto, ad un prossimo articolo.

Leggi anche:

Ti è stato di aiuto questo articolo? Aiuta questo sito a mantenere le varie spese con una donazione a piacere cliccando su questo link. Grazie!

Seguici anche su Telegram cliccando su questo link per rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli e le novità riguardanti il sito.

Se vuoi fare domande o parlare di tecnologia puoi entrare nel nostro gruppo Telegram cliccando su questo link.

© Tecnogalaxy.it - Vietato riprodurre il contenuto di questo articolo.